DIPARTIMENTO

Anno
2019
Struttura
BIBLIOTECA DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOCHIMICHE "A. ROSSI FANELLI"
Descrizione
Il progetto si pone lo scopo di fornire agli studenti un approfondimento su una tematica attuale e di fondamentale importanza nelle moderne biotecnologie, che rientra comunque nella loro programmazione didattica, e che può avere applicazioni molto vaste che spaziano dalla sensoristica alla farmacologia. Più precisamente consiste in un percorso formativo mirato all’acquisizione di competenze relative alla produzione e alla caratterizzazione strutturale di macromolecole biologiche, ed in particolare delle proteine, e delle tecniche più comunemente utilizzate a questo scopo. Il percorso sarà articolato in modo da prevedere sia una parte teorica che un approccio sperimentale. Il primo si svilupperà attraverso lezioni volte a far acquisire ai discenti le basi necessarie per affrontare la fase sperimentale in piena consapevolezza ed avranno come argomento: la natura, le funzioni e la struttura delle proteine; le tecniche più comunemente utilizzate per l’espressione e la purificazione delle macromolecole nelle moderne biotecnologie nonché per la determinazione della loro struttura e infine le possibili applicazioni legate allo studio della struttura delle macromolecole. Le lezioni saranno tenute alternativamente dal tutor esterno e dal tutor interno. La parte sperimentale prevede esperienze da svolgere sia in laboratorio scientifico, durante le quali gli studenti saranno chiamati a preparare i campioni per la caratterizzazione strutturale, sia in laboratorio informatico, durante le quali sarà illustrato e simulato il trattamento dei dati sperimentali.
Struttura organizzativa
Tipologia posti
Coprogettazione totale
Attivo
1
Sede
Citta universitaria
Mesi
  • Aprile
Giorni
  • Lunedì,
  • Martedì,
  • Mercoledì,
  • Giovedì,
  • Venerdì
Orari
AM
Posti disponibili
24
Monte ore
25
Ambito
Scientifica
Competenze trasversali
Attitudini al lavoro di gruppo
Capacità di adattamento a diversi ambienti
Capacità di gestione del tempo
Capacità di organizzare il proprio lavoro
Capacità di problem solving
Capacità nella visione di insieme
Capacità nelle flessibilità
Spirito di iniziativa
Tipo scuole
IT Chimico
Classi ammesse
Quarta
FASE 1: lezioni teoriche preliminari
Questa fase verrà svolta prevalentemente presso l’istituto scolastico e prevede l’insieme delle lezioni teoriche propedeutiche allo svolgimento della parte sperimentale. Questa fase sarà suddivisa in 3-4 interventi didattici per un totale previsto di 7-8 ore complessive.
FASE 2: parte sperimentale
La seconda fase comprende tutto il lavoro sperimentale previsto nel progetto, che include la preparazione di campioni proteici cristallini per la caratterizzazione strutturale, esperienze sull’utilizzo di tecniche di separazione e purificazione di macromolecole, laboratori di bioinformatica e la visita ai laboratori del Dipartimento di Biochimica della Sapienza.
• Prendere confidenza con le biotecnologie e in particolare con le tecniche di espressione, purificazione e caratterizzazione delle proteine
• Sviluppare consapevolezza sulle potenzialità delle moderne biotecnologie e sul loro impatto nella vita quotidiana
• Saper applicare il metodo scientifico, basato sulla modificazione dei protocolli lavorativi in funzione dell’analisi dei risultati empirici ottenuti
• Stimolare la creatività dei discenti incoraggiandoli a proporre e a sostenere idee originali da portare avanti durante il progetto
• Imparare a reperire informazioni in rete in ambito scientifico

Anno
2019
Struttura
DIPARTIMENTO DI MANAGEMENT
Descrizione
Un Progetto volto alla sensibilizzazione degli studenti in merito ai cambiamenti climatici e alla sostenibilità ambientale, per aumentare una consapevolezza che possa trasformarsi in uno stile di vita sostenibile.
Una full immersion nella cultura della sostenibilità ambientale che mira a facilitare lo scambio di contenuti, conoscenze, esperienze e prospettive per il futuro.
Un Progetto in cui le nuove generazioni possano ascoltare, parlare, porre domande e cercare insieme risposte per un futuro sostenibile grazie all’incontro con docenti universitari e allo sviluppo di dibattiti.
La sostenibilità, in tutte le sue dimensioni, deve rappresentare oggi più che mai un obiettivo strategico per la presente e le future generazioni. Ci troviamo in un'epoca che impone al mondo intero scelte radicalmente diverse da quelle compiute in passato, lontane dal modello produttivo tradizionale e dirette verso un nuovo modello di economia che rispetti l'ambiente, scelte orientate ad una società che sappia creare ricchezza e benessere con il riutilizzo e la rigenerazione delle risorse. Affinché tutto ciò accada, è necessario un profondo cambio di mentalità che coinvolga le istituzioni, le imprese e ciascuno di noi. Sinora le nostre società hanno perseguito modelli di sviluppo socioeconomico che non si ponevano alcun problema di limite: un ambiente a servizio degli esseri umani, sfruttato come fonte illimitata di risorse e considerato come recettore illimitato di rifiuti, a supporto di uno sviluppo industriale dove di fatto il capitale naturale era considerato 'invisibile' all'economia. I livelli di deficit nei confronti dei sistemi naturali sono ormai tanto elevati da rendere centrale e fondamentale, per la sopravvivenza dell'intera società umana, mettere in conto la natura, ossia riconoscerle un valore fisico e monetario. La sostenibilità rappresenta quindi la base per lo sviluppo e la crescita del nostro Paese, così l'educazione ambientale si rende necessaria per formare competenze indispensabili che i mutamenti economici e sociali ci richiedono in grado di mettere in discussione i modelli già esistenti, per migliorarli e costruirne di nuovi e per attivare processi virtuosi di cambiamento. I modelli economici non possono operare al di fuori dei limiti biofisici che i sistemi naturali presentano, pertanto per dare centralità al valore del capitale naturale è necessario costruire una nuova economia. In tale contesto, la green economy e l'economia circolare si presentano come un'alternativa allo status quo attuale: uno spostamento degli investimenti da attività produttive dannose per l'ambiente a quelle più virtuose e una maggiore efficienza nell'utilizzo di energia e materie prime in tutti i processi produttivi. Si tratta di un processo reale ormai in corso e si considera un pilastro fondamentale per lo sviluppo del nostro futuro. L'economia deve indirizzarsi verso una crescita verde, che significa promuovere la crescita economica e lo sviluppo garantendo nel contempo che le risorse naturali continuino a fornire le risorse ed i servizi ambientali su cui si fonda il nostro benessere.
Struttura organizzativa
Tipologia posti
Coprogettazione totale
Attivo
1
Sede
Sede esterna in Roma
Mesi
  • Febbraio
Giorni
  • Lunedì,
  • Martedì,
  • Mercoledì,
  • Giovedì,
  • Venerdì
Orari
Indifferente
Posti disponibili
20
Monte ore
30
Ambito
Economico
Competenze trasversali
Attitudini al lavoro di gruppo
Capacità di adattamento a diversi ambienti
Capacità di comunicazione
Capacità di gestione del tempo
Capacità di relazioni
Spirito di iniziativa
Tipo scuole
Liceo Classico
Classi ammesse
Terza
Quarta
Quinta
Progetto intensivo della durata di una settimana, durante il quale lo studente partecipa a incontri in aula con il Docente Referente del Progetto e a seminari specifici tenuti da esponenti del mondo accademico; è inoltre coinvolto in attività di gruppo che si svolgono presso il Laboratorio informatico di Facoltà con la supervisione di tutor universitari. Ulteriori attività individuali sono previste per il completamento del percorso, quali la formulazione e somministrazione di questionari, interviste e reportage fotografici
Acquisizione di proprietà di linguaggio e strumenti di ricerca guidata, interpretazione di testi e raccolta di
materiale selezionato al fine di elaborare un progetto di sintesi, sviluppo di strumenti di indagine quali p.e.
questionari, utilizzo di programmi di presentazione grafica e di elaborazione dati.
Per la valutazione finale sarà prevista una prova, al termine del progetto, che vedrà la partecipazione attiva
degli studenti.
Conoscenze di base sulle relazioni esistenti tra risorse naturali e sistema socioeconomico, sull'importanza
dello sviluppo sostenibile come strumento di transizione dal modello economico tradizionale (che non
include i fattori ambientali e sociali tra gli elementi fondanti del processo di costruzione dell'evoluzione della
società) ad un ipotetico nuovo modello circolare, sul modello di sviluppo green che offre nuove prospettive
occupazionali, sul valore inestimabile della biodiversità fino a pochi anni fa completamente minimizzato,
sulla valorizzazione del Made in Italy alimentare, sulla necessità di soluzioni sostenibili nel settore
alimentare ed energetico per contrastare i cambiamenti climatici oramai inequivocabili, sul valore dei rifiuti
come risorse da reinserire nei cicli produttivi, sulla scarsità della risorsa idrica considerata da sempre
risorsa illimitata.
Possibilità di trasmettere le conoscenze acquisite a livello territoriale, possibilità di interventi
formativi/informativi all'interno di progetti scolastici sull'educazione ambientale, interesse a
corsi/laurea/master di approfondimento sulle tematiche che riguardano il progetto per indirizzare il proprio
futuro verso quelle professioni nel settore industriale e dei servizi in cui vengono adottate soluzioni di tipo
'ecologico', i c.d. green jobs.
Anno
2019
Struttura
DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA AMBIENTALE
Descrizione
Lezioni introduttive alle attività sperimentali sui seguenti nuclei tematici: Coltura in vitro di cellule, tessuti organi vegetali e piante intere; micropropagazione delle piante; cenni di storia delle biotecnologie; campi di applicazione delle biotecnologie vegetali; strumenti utilizzati dagli ingegneri molecolari.
Attività sperimentali:
- Coltura in vitro di piante e tessuti/organi vegetali; ottenimento di callo; micropropagazione di piante;
- Tecniche di biologia molecolare: estrazione di DNA da pianta, visualizzazione del DNA estratto su gel di agarosio.

Struttura organizzativa
Tipologia posti
Coprogettazione totale
Attivo
1
Sede
Citta universitaria
Mesi
  • Febbraio,
  • Marzo,
  • Aprile,
  • Maggio,
  • Giugno
Giorni
  • Martedì,
  • Mercoledì,
  • Giovedì,
  • Venerdì
Orari
Indifferente
Posti disponibili
24
Monte ore
10
Ambito
Scientifica
Competenze trasversali
Attitudini al lavoro di gruppo
Capacità di comunicazione
Capacità di gestione del tempo
Capacità di organizzare il proprio lavoro
Capacità di problem solving
Capacità nella visione di insieme
Tipo scuole
Liceo Scientifico
Classi ammesse
Quarta
Durante lo svolgimento delle attività sperimentali sotto la guida e la supervisione del responsabile del progetto e dei suoi collaboratori gli studenti potranno apprendere le prime tecniche di manipolazione delle cellule e tessuti vegetali. Prepareranno terreni di coltura sintetici idonei alla crescita delle piante in vitro, all'ottenimento di cellule vegetali indifferenziate (callo) e di nuove piante (micropropagazione vegetale) a partire da piccoli espianti.
Parteciperanno ad esperimenti che prevedono l’utilizzo di tecniche di biologia molecolare per l'analisi di DNA vegetale. In particolare, dopo l'estrazione del DNA da foglia, che prevede l’utilizzo di diverse soluzioni e di una centrifuga da banco, il DNA verrà visualizzato su gel di agarosio mediante un trans illuminatore. Sia in aula che in laboratorio saranno spiegati e discussi i protocolli di laboratorio e i calcoli per svolgere le diverse analisi da realizzare.
Alla fine delle attività previste per questo progetto, gli studenti saranno a conoscenza delle nozioni di base per lavorare in un laboratorio di cito-istologia vegetale e di biologia molecolare, conosceranno il funzionamento degli strumenti di base di questi laboratori. Conosceranno le tecniche di coltura in vitro di cellule e tessuti vegetali, finalizzate alla produzione di callo e alla micropropagazione clonale delle piante. Saranno a conoscenza delle tecniche di base di biologia molecolare come l’estrazione del DNA, l’elettroforesi su gel per visualizzare il DNA .

Anno
2019
Struttura
DIPARTIMENTO DI LETTERE E CULTURE MODERNE
Descrizione
Il progetto si propone di illustrare agli studenti le tappe più importanti della storia secolare della tradizione visuale della ‘Commedia’ di Dante e di coinvolgerli in esercizi di interpretazione e nella realizzazione di un repertorio digitale delle immagini.
Struttura organizzativa
Tipologia posti
Coprogettazione parziale
Attivo
1
Sede
Sede esterna in Roma
Mesi
  • Gennaio,
  • Febbraio,
  • Marzo,
  • Aprile,
  • Maggio
Giorni
  • Lunedì,
  • Martedì,
  • Mercoledì,
  • Giovedì,
  • Venerdì
Orari
Indifferente
Posti disponibili
30
Monte ore
30
Ambito
Umanistica/Linguistica
Competenze trasversali
Attitudini al lavoro di gruppo
Capacità di comunicazione
Capacità di diagnosi
Capacità di organizzare il proprio lavoro
Capacità nella visione di insieme
Tipo scuole
Liceo Classico
Liceo Scientifico
Classi ammesse
Quinta
Lezione frontale; laboratorio
Il progetto ha lo scopo di rendere lo studente capace di muoversi all'interno della tradizione visuale della Commedia di Dante mettendo a confronto il testo con le immagini ad esso ispirate.
Anno
2019
Struttura
DIPARTIMENTO DI MATEMATICA
Descrizione
Nella prima parte dell’incontro, gli studenti saranno guidati in un percorso di riflessione su vari temi relativi all’orientamento. La seconda parte sarà invece interamente dedicata allo svolgimento (con correzione in aula) di esercizi su numeri, funzioni elementari, algebra, logica, geometria, combinatoria e tanto altro.
Tutti gli incontri si svolgeranno di venerdì presso il dipartimento di Matematica della Sapienza (o altra sede che sarà indicata) ed avranno la durata di 3 ore, dalle 15.30 alle 18.30.
Struttura organizzativa
Tipologia posti
Coprogettazione totale
Attivo
0
Sede
Citta universitaria
Mesi
  • Gennaio,
  • Febbraio,
  • Marzo,
  • Aprile
Giorni
  • Venerdì
Orari
PM
Posti disponibili
100
Monte ore
15
Ambito
Scientifica
Competenze trasversali
Capacità di diagnosi
Capacità di gestione del tempo
Capacità di problem solving
Capacità nella visione di insieme
Tipo scuole
Nessuna preferenza
Classi ammesse
Quarta
Quinta
Video, power point, test a risposta multipla, discussione
Capacità di autovalutazione, problem solving
Anno
2019
Struttura
DIPARTIMENTO DI MATEMATICA
Descrizione
Nella prima parte dell’incontro, gli studenti saranno guidati in un percorso di riflessione su vari temi relativi all’orientamento. La seconda parte sarà invece interamente dedicata allo svolgimento (con correzione in aula) di esercizi su numeri, funzioni elementari, algebra, logica, geometria, combinatoria e tanto altro.
Tutti gli incontri si svolgeranno di venerdì presso il dipartimento di Matematica della Sapienza (o altra sede che sarà indicata) ed avranno la durata di 3 ore, dalle 15.30 alle 18.30.
Struttura organizzativa
Tipologia posti
Coprogettazione totale
Attivo
1
Sede
Citta universitaria
Mesi
  • Gennaio,
  • Febbraio,
  • Marzo
Giorni
  • Venerdì
Orari
PM
Posti disponibili
105
Monte ore
15
Ambito
Scientifica
Competenze trasversali
Capacità di gestione del tempo
Capacità di problem solving
Capacità nelle flessibilità
Tipo scuole
Nessuna preferenza
Classi ammesse
Quarta
Quinta
Video, presentazioni on line, test
Comorensione delle proprie attitudini scientifiche
Anno
2019
Struttura
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INFORMATICA, AUTOMATICA E GESTIONALE -ANTONIO RUBERTI-
Descrizione
L’attività introduce ai concetti di container e microservizi alle tecniche di sviluppo e deploy di applicazioni serverless utilizzando Docker e il framework open source OpenFaaS. Gli incontri si terranno in laboratorio dove, gran parte del tempo coinvolgerà gli studenti che si ritroveranno a sperimentare in prima persona le tecniche presentate. Gli argomenti trattati negli incontri saranno principalmente i seguenti: basi di virtualizzazione e container, architetture a microservizi, Docker, REST API, Function-as-a-Service.
Struttura organizzativa
Tipologia posti
Coprogettazione totale
Attivo
1
Sede
Sede esterna in Roma
Mesi
  • Marzo,
  • Aprile
Giorni
  • Lunedì,
  • Mercoledì,
  • Venerdì
Orari
PM
Posti disponibili
16
Monte ore
60
Ambito
Informatica
Competenze trasversali
Attitudini al lavoro di gruppo
Capacità decisionali
Capacità di diagnosi
Capacità di gestione del tempo
Capacità di relazioni
Tipo scuole
IT Informatico/Telecomunicazioni
Classi ammesse
Quarta
Quinta
Gli incontri si svolgeranno in laboratorio e saranno di tipo interattivo. Dopo un’introduzione all’ambiente Linux, si imparerà a utilizzare Docker per creare e avviare container, non solo di applicazioni preesistenti ma anche di nuovi applicativi creati dagli studenti utilizzando un linguaggio già noto agli studenti (e.g. Java). Dopodiché verrà introdotto il framework OpenFaaS, che consente di dare vita ai container sotto forma di funzioni invocabili tramite chiamate ad API. Come ultimo risultato, si utilizzeranno tutte le competenze acquisite per creare un sito web serverless dinamico.

Al termine di ogni incontro verranno assegnati degli esercizi da svolgere in autonomia, cui seguirà, durante l’incontro successivo, una discussione delle soluzioni trovate.

• padroneggiare l’ambiente di sviluppo Linux, Docker e OpenFaaS;
• padroneggiare i concetti di container e virtualizzazione;
• saper realizzare un servizio serverless;
• individuare la giusta strategia di deploy di un’applicazione;
Anno
2019
Struttura
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INFORMATICA, AUTOMATICA E GESTIONALE -ANTONIO RUBERTI-
Descrizione
Il percorso prevede la sperimentazione e l’introduzione strutturale nell’Istituto Omnicomprensivo di Orte (tecnico e liceo) dei concetti di base dell’informatica attraverso la programmazione, usando strumenti di facile utilizzo e che non richiedano un’abilità avanzata nell’uso dei computer.
Struttura organizzativa
Tipologia posti
Coprogettazione totale
Attivo
1
Sede
Sede esterna in Roma
Mesi
  • Gennaio,
  • Febbraio
Giorni
  • Martedì,
  • Giovedì
Orari
Indifferente
Posti disponibili
20
Monte ore
60
Ambito
Informatica
Competenze trasversali
Capacità decisionali
Capacità di organizzare il proprio lavoro
Capacità nelle flessibilità
Tipo scuole
Liceo delle Scienze Umane
Liceo Scientifico
Classi ammesse
Quarta
Quinta
L'attività introduce gli studenti ai fondamenti della progettazione di algoritmi ed alla loro implementazione in Python. Buona parte del tempo sarà dedicata a verificare immediatamente la propria comprensione delle tecniche introdotte e la propria capacità di utilizzarle.
Gli incontri si svolgeranno prevalentemente in laboratorio e saranno di tipo interattivo. Verranno illustrate le basi della programmazione avvalendosi del linguaggio di programmazione Python, partendo dall’analisi di un problema da risolvere, individuando una possibile tecnica efficiente di risoluzione, ed applicarla a concreti casi numerici.
Alla fine di ogni incontro saranno proposti e assegnati problemi da svolgere in autonomia, cui seguirà, durante l'incontro successivo, discussione delle soluzioni trovate, analisi e confronto delle soluzioni svolte in gruppo.
-capacità di analisi di problemi
-capacità di individuare più strategie di soluzione di un problema
-capacità di realizzare programmi programmi utilizzando il linguaggio di programmazione Python
Anno
2019
Struttura
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INFORMATICA, AUTOMATICA E GESTIONALE -ANTONIO RUBERTI-
Descrizione
Il percorso prevede la sperimentazione e l’introduzione strutturale nell’Istituto Omnicomprensivo di Orte (tecnico e liceo) dei concetti di base dell’informatica attraverso la programmazione, usando strumenti di facile utilizzo e che non richiedano un’abilità avanzata nell’uso dei computer.
Struttura organizzativa
Tipologia posti
Coprogettazione totale
Attivo
0
Sede
Sede esterna in Roma
Mesi
  • Gennaio,
  • Febbraio,
  • Maggio,
  • Giugno
Giorni
  • Martedì,
  • Giovedì
Orari
Indifferente
Posti disponibili
20
Monte ore
60
Ambito
Informatica
Competenze trasversali
Attitudini al lavoro di gruppo
Capacità di comunicazione
Capacità di diagnosi
Capacità di organizzare il proprio lavoro
Spirito di iniziativa
Tipo scuole
Liceo Classico
Liceo Musicale
Liceo Scientifico
Classi ammesse
Quarta
Quinta
L'attività introduce gli studenti ai fondamenti della progettazione di algoritmi ed alla loro implementazione in Python. Buona parte del tempo sarà dedicata a verificare immediatamente la propria comprensione delle tecniche introdotte e la propria capacità di utilizzarle.
Gli incontri si svolgeranno prevalentemente in laboratorio e saranno di tipo interattivo. Verranno illustrate le basi della programmazione avvalendosi del linguaggio di programmazione Python, partendo dall’analisi di un problema da risolvere, individuando una possibile tecnica efficiente di risoluzione, ed applicarla a concreti casi numerici.
Alla fine di ogni incontro saranno proposti e assegnati problemi da svolgere in autonomia, cui seguirà, durante l'incontro successivo, discussione delle soluzioni trovate, analisi e confronto delle soluzioni svolte in gruppo.

capacità di analisi di problemi
-capacità di individuare più strategie di soluzione di un problema
-capacità di realizzare programmi programmi utilizzando il linguaggio di programmazione Python
Anno
2019
Struttura
DIPARTIMENTO DI MANAGEMENT
Descrizione
Il Progetto, attraverso incontri formativi e seminari con esperti esterni, ha l'obiettivo di avviare i giovani all'educazione finanziaria e ad un primo approccio con una visione imprenditoriale strumentale all’avvio e al governo di un’impresa attiva nell’economia reale o finanziaria.
Verranno forniti elementi di base sui prodotti finanziari ed assicurativi di base (mutuo, leasing, conto corrente, deposito bancario, polizze assicurative, fondi pensione, ecc.); saranno approfonditi i termini della finanza e della stampa finanziaria (rating, bond, tasso di rendimento, assicurazione, mercati e intermediari finanziari, ecc.). Il Progetto prevede: Videopillole sulle tematiche di finanza più consuete nella gestione quotidiana; lavori di gruppo; Business Game e casi pratici; seminari sui prodotti finanziari, assicurativi e previdenziali di base.
Le attività si svolgono prevalentemente nella Facoltà di Economia, eventuali ulteriori attività presso sedi esterne saranno concordate preventivamente con i Tutor scolastici.
Struttura organizzativa
Tipologia posti
Coprogettazione totale
Attivo
1
Sede
Sede esterna in Roma
Mesi
  • Dicembre,
  • Gennaio,
  • Febbraio,
  • Marzo,
  • Aprile
Giorni
  • Lunedì,
  • Martedì,
  • Mercoledì,
  • Giovedì,
  • Venerdì
Orari
Indifferente
Posti disponibili
25
Monte ore
30
Ambito
Economico
Competenze trasversali
Attitudini al lavoro di gruppo
Capacità decisionali
Capacità di adattamento a diversi ambienti
Capacità di comunicazione
Capacità di diagnosi
Capacità di gestione del tempo
Capacità di organizzare il proprio lavoro
Capacità di problem solving
Capacità di relazioni
Capacità nella visione di insieme
Spirito di iniziativa
Tipo scuole
Nessuna preferenza
Classi ammesse
Terza
Quarta
Quinta
Il Progetto prevede didattica frontale da parte di docenti universitari; saranno costituiti gruppi di lavoro e di discussione su casi di studio relativi al mondo finanziario ed assicurativo; gli studenti partecipanti saranno seguiti da Tutor universitari nel lavoro di ricerca e nell'elaborazione dei lavori finali.
Il Progetto prevede inoltre incontri con practioner del settore finanziario.
Comprensione dei principali temi della finanza. Capacità di comprendere aspetti tecnici e i principali contenuti dei prodotti finanziari ed assicurativi. Capacità di comprendere le modalità di funzionamento delle principali fonti di finanziamento delle imprese e del risparmio. Acquisizione di un glossario di base della finanza.